Ricerca & Sviluppo & Innovazione & Design

da | Ott 18, 2021 | Agevolazioni

Per il 2020, 2021 e 2022 è prevista la possibilità di accedere ad un credito d’imposta per le spese sostenute in ricerca, sviluppo, innovazione e design.

Vediamo brevemente come funziona:

Chi può ottenere il credito?

Possono accedere tutte le imprese residenti indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito d’impresa.

Possono quindi richiedere l’agevolazione anche i contribuenti in regime forfettario, purché imprese. Non possono richiederlo i liberi professionisti.

Quali sono le attività e spese agevolabili?

Sono ammesse (se impiegate nei progetti di ricerca e sviluppo):

  • le spese per il personale impiegato;
  • le quote di ammortamento, i canoni di leasing o di locazione e le altre spese relative ai beni materiali mobili e ai software;
  • le spese per contratti di ricerca aventi ad oggetto il diretto svolgimento delle attività di ricerca e sviluppo;
  • le quote di ammortamento relative all’acquisto da terzi, anche in licenza d’uso, di privative industriali relative a un’invenzione industriale o biotecnologica;
  • le spese per servizi di consulenza e servizi equivalenti;
  • le spese per materiali, forniture e altri prodotti analoghi.

Quant’è l’agevolazione?

La determinazione e la misura del credito d’imposta variano a seconda della tipologia di investimenti agevolabili. Per il 2021:

  1. per le attività di ricerca e sviluppo il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 20%, nel limite massimo di 3 milioni di euro.
  2. per le attività di innovazione tecnologica il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 10%, nel limite massimo di 2 milioni di euro.
  3. per le attività di design e ideazione estetica, il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 10%, nel limite massimo di 2 milioni di euro.
  4. per le attività di innovazione tecnologica 4.0, il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 15%, nel limite massimo di 2 milioni di euro.

Come funziona?

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione con modello F24 in tre quote annuali di pari importo a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di maturazione.

Cosa si deve fare?

Chi vuole beneficiare del credito d’imposta ha bisogno di:

  • la certificazione della documentazione, rilasciata da un revisore legale/società di revisione che attesti l’effettivo sostenimento delle spese. Le spese per la certificazione sono completamente recuperabili in credito d’imposta;
  • la relazione tecnica che illustri le finalità, i contenuti ed i risultati delle attività ammissibili;
  • la comunicazione al Ministero dello sviluppo economico.

Qui il sito del MISE con maggiori informazioni e la normativa https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/credito-d-imposta-r-s

Se vuoi approfondire

b-easy è la libreria di corsi online che ti aiuta a far crescere il tuo business consapevolmente.

Letture consigliate

“Anno bianco contributivo”: domande INPS dal 25 agosto 2021

La domanda di esonero parziale dei contributi di previdenza 2021 può essere presentata all'INPS dal 25 agosto 2021 ed entro il 30 settembre 2021. Chi può aderire? Chi è iscritto: alle Gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria (AGO) - artigiani,...

I contributi del Sostegni-bis

Qualche giorno fa è stato approvato il decreto Sostegni bis. Tra le altre cose, la bozza del decreto rinnova i contributi a fondo perduto che erano stati stanziati con il primo Sostegni, prevedendo: Un indennizzo “automatico”, che è una replica del Sostegni1. In...

Bonus formazione 4.0

Con il “bonus formazione 4.0”, le imprese che sostengono spese per la formazione del personale dipendente nell'ambito delle tecnologie 4.0, possono fruire di un credito d’imposta dal 30% al 60%. Vediamo come funziona: CHI? Tutte le imprese residenti indipendentemente:...

Inizia ora a far crescere il tuo business

Scarica la guida gratuita di b-garage. Iscriviti alla newsletter per ricevere la guida gratis e leggere gli aggiornamenti dal nostro blog e dai nostri corsi. Non inviamo mai spam e non diamo il tuo indirizzo a terzi.
Share This